QUEGLI ARCHI, QUE' TEMPLI E QUELLE MURA
Tesori delle Tunisia Romana e Imperiale
 

un documentario di Enzo Aronica

testi di Rita Stucchi e  Enzo Aronica,

musiche originali di Marco Schiavoni

voci narratori Riccardo Barbera, Roberto Della Casa, Monica Belardinelli.

30' - Italia, 2011


Uno sguardo sospeso tra storia, arte e sentimento sulle vestigia coloniali di Roma Imperiale in Tunisia, un percorso di indagine archeologica nella terra di Didone e Annibale, contrappuntato da suggestioni letterarie e musicali di ieri e di oggi.



Il Ministro della Cultura della Tunisia, Azedine Beschaouch ha appoggiato l’idea di valorizzare in Italia i siti romani della Tunisia, commissionando la Mostra “Memoranda. Tesori romani di Cartagine e della Tunisia Imperiale” e accettando con entusiasmo anche la prospettiva di mettere a punto dei campi archeologici internazionali (CAI) nonchè di gemellare alcune città italiane con i siti romani più importanti della Tunisia.

Azedine Beschaouch è un eminente storico e archeologo, specialista dell’Africa romana, membro della École Française di Roma, è stato per un decennio (1973-82) Direttore generale dell’Istituto Nazionale di Arte e Archeologia di Tunisi e, come vicepresidente dell’Unesco, ha favorito l’inserimento di Cartagine nella lista dei siti patrimonio dell’Unesco. Per 15 anni (dal 1975 al 1990) è stato sindaco di Cartagine attivandosi con successo per la salvaguardia del sito storico. Dal 1997 è membro della secentesca Accademia Francese di Epigrafia e Belle Lettere. Nello stesso anno ha ricevuto una laurea honoris causa dall’Università di Sassari per i suoi meriti scientifici nello studio dell’epigrafia latina. E’ consigliere scientifico dell’ICCROM (International Centre for the Study of the Preservation and the Restoration of Cultural Property). Da gennaio 2011 è Ministro della Cultura del Governo Provvisorio della Tunisia. E’ autore di numerosi studi tra cui: La legende de Carthage, ed. Gallimard, Paris, 1993.